Stari Ribar, vecchio pescatore, pescatore con esperienza. E’ così che Massimo Marchiori, artista nato a Venezia, ha chiamato la sua produzione d’artista. Pesci che si illuminano, lampade a forma di pesce, pesci creati con materiale di recupero, materiale portato dal mare inquinato dall’uomo. Da molti anni nella nostra libreria ospitiamo le produzioni di Massimo, all’inizio erano piccoli pesci, qualche lampada e dei bellissimi rimorchiatori tutto in cartone riciclato. Poi l’evoluzione, l’attenzione per la plastica abbandonata in mare, la grande sensibilità di chi, come Massimo, vive il mare grazie al nonno pescatore a Silba, in Croazia e, soprattutto, la grande creatività dell’artista.

 

Lampade a forma di pesce create con materiale di recupero

Come dice Massimo Marchiori: “Il mare riporta in superficie lo sporco generato dall’essere umano e a bordo della mia barca cerco i posti dove c’è più plastica e la raccolgo.
Una vecchia bottiglia di plastica diventa la bocca, un pettine la pinna, una gruccia la coda, delle cime e reti di plastica la schiena… Lo spettatore cerca i vari elementi fusi, li riconosce e li capisce. Il mono colore coprente amalgama i diversi elementi, l’occhio che è lampadina si accende e la scultura prende vita… La mia forma d’arte diventa strumento per sensibilizzare lo spettatore al problema dell’inquinamento dei mari. E’ per questo motivo che il mio “creare” vuole e deve essere accessibile a tutti.

 

Combattere l’inquinamento del mare con la produzione di oggetti unici

Così oggi le sue produzioni hanno un fascino molto particolare ed è per Mare di Carta un vero piacere avere qualche pezzo in libreria.
Si tratta di opere uniche, che cambiano man mano che qualche amatore le acquista. L’ideale è dunque passare in libreria per vedere quelle disponibili, che nono proposte con un packaging dedicato e perfettamente in linea con il riciclo del cartone!!!